Palestre di capacità

FuturePlotGame
28 Giugno 2018
 

Mai da soli, sempre con i soliti: 6 focus group diffusi per coinvolgere autonomie sociali e locali.

Un anno di incontri, analisi e riflessioni con l’obiettivo dichiarato di rafforzare e qualificare le capacità dei dirigenti degli Enti di Terzo Settore di interagire con le dotazioni delle comunità, condividere l’analisi dei problemi, creare reti di relazione e di intervento per adottare risposte efficienti ed efficaci, ed infine essere protagoniste delle attività di co-programmazione e co-progettazione introdotte dalle riforma del Terzo Settore”. Un’azione che ha favorito la socializzazione e lo scambio di buone pratiche fra reti e progetti di ambiti sia tematici sia territoriali differenti.

L'azione in breve: attività, risultati, valore

Nell'arco di un anno, diciotto incontri a livello regionale e territoriale hanno coinvolto le associazioni nel dibattito sulle sfide imposte dai cambiamenti sociai. Nel corso dei focus group, sono stati individuati i nodi problematici e strategici che il Terzo settore deve saper affrontare per i territori e le comunità.

Energie per il dibattito

Oberato dagli adempimenti , il settore associativo richiede spazio ed energie da dedicare alla riflessione e allo sviluppo delle tematiche cruciali per le comunità.

Reti comunitarie

Appare urgente anche la volontà di riprendere l’iniziativa e l’azione per la promozione della vita comunitaria e dell’attivazione delle persone che la abitano. Ciò, anche per creare le condizioni per assicurare continuità e prospettiva alle attività associative sulle comunità e alle stesse reti di persone e organizzazioni.

Strumentazione

La connessione tra obiettivi programmatici e conseguenti investimenti decisi a livello regionale rappresenta una sfida per i progetti di intervento a livello territoriale. Garantire strumenti di dialogo, cooperazione e progettazione diviene dunque un aspetto cruciale.

Catene di valore

Costruzione e mantenimento del rapporto con i soggetti di mercato, con le autonomie funzionali e con i singoli cittadini.

Pianificazione dell'azione: fasi operative e risultati

 
95Enti in Rete

attraverso altrettanti delegati

Fase 1 – Produzione di contenuti per il bando regionale 2019 ex articolo 72

60%

Associazioni

12%

Fondazioni Comunitarie

11%

CSV

6%

Cooperazione e P.A.

La rete richiede una maggiore facilità di accesso alla progettazione e dall’altra una maggiore attenzione, nella formulazione del bando, agli aspetti che riguardano i processi di attivazione sociale e di continuità delle attività e della rete stessa. Quanto prodotto è stato sintetizzato e proposto ai rappresentanti delle organizzazioni regionali.

Fase 2 – Analisi del rapporto fra esigenze degli enti e fonti di risorse

Ciclo di incontri per la produzione di un documento di analisi su punti di forza, criticità e possibili sviluppi relativa all'accesso alle risorse per il Terzo Settore in Lombardia, in particolare per quel che riguarda il sostentamento degli enti e gli specifici settori di attività.

Il compito dei delegati constava nel valutare il miglior incrocio risorse/esigenze per ogni specifico campo di attività inserendo un voto da 1 a 10.

51

Delegati APS e ODV

32

Delegati Fondazioni, CSV e altri enti

DOWNLOAD RELAZIONE

Scarica la relazione completa del progetto. Clicca sull'icona per effettuare il download.